a

Sed ut perspiciatis unde omnis iste natus error sit voluptatem accusantium natus error sit omnis iste natus error sit voluptatem accusantium.

@2018. Select Theme All Rights Reserved.

top

I colori di Euroflora tornano a Genova nello scenario unico dei Parchi e dei Musei di Nervi dal 21 aprile al 6 maggio 2018.
Euroflora è la più importante tra le floralies europee, riconosciuta fin dalla sua prima edizione nel 1966 dall’AIPH (Associazione Internazionale dei Produttori Orticoli) e fa parte dell’Associazione delle Floralies Internazionali.

Fortemente voluta dal Comune di Genova in collaborazione con Regione Liguria e le Camere di Commercio di Genova e delle Riviere, questa edizione, l’undicesima, torna rinnovata e spettacolare, dopo un intervallo di sette anni.
Per la prima volta si svolge all’aperto ed ha voluto esprimere nell’Anno Europeo della Protezione del Patrimonio Culturale, il profondo legame tra paesaggio, arte e letteratura.

Nuovi gli spazi espositivi, per la prima volta nei Parchi e nei Musei di Nervi, nuova l’impostazione progettuale e culturale, rigorosa, nel rispetto dei luoghi e finalizzata ad armonizzare gli esemplari del patrimonio arboreo esistente e le opere esposte nella Galleria d’Arte Moderna, nelle Raccolte Frugone e alla Wolfsoniana con gli esemplari dei florovivaisti partecipanti, con le grandi scenografie vegetali, con le composizioni floreali e con l’esposizione dei fiori recisi.

Questa edizione ha visto la partecipazione tra gli espositori di 250 tra florovivaisti, maestri fioristi, decoratori floreali e progettisti, con presenze estere da Francia, Spagna, Taiwan, Cina, Stati Uniti.
240 i concorsi – d’onore, tecnici ed estetici – che hanno premiato le eccellenze florovivaistiche giudicate come da tradizione da giurie di esperti del settore, oltre al concorso “Meraviglia nei parchi” dedicato ai progettisti del paesaggio – junior e senior – che ha visto la partecipazione di numerosi gruppi, sia nazionali che internazionali.

Gli appassionati che hanno visitato Euroflora hanno vissuto un’esperienza unica per il nostro Paese, in linea con le nuove tendenze europee nel campo delle grandi floralies.

86 mila metri quadrati e 5 chilometri di percorsi tra giardini e ville storiche che si affacciano sul mare per un’esperienza unica offerta a più 250.000 visitatori con 5 giornate in sold out.

A Euroflora le scenografie e le composizioni floreali sono fatte ad arte, dall’arte e dalla letteratura traggono ispirazione e da queste sono contaminate.

La scelta di allestire Euroflora nei Parchi e nei Musei di Nervi rappresenta un vero salto di qualità nella manifestazione in cui il dialogo tra arte e natura è espresso con le scenografie floreali, chiamate per questo quadri, integrate con le installazioni di artisti di fama internazionale.

Ad accogliere i visitatori il quadro Welcome: cerchi concentrici che si intersecano di fiori bianchi e blu come in un grande abbraccio tra i colori del cielo e del mare.

La vista si apre poi sullo spettacolo di Red Wave. Si distendono sull’erba lunghe fiamme rosse che arrivano a lambire la sommità del grande prato del parco di Villa Gropallo.

L’elemento naturale cui è dedicata la prima installazione è il fuoco. La fioritura rossa di grande impatto visivo a contrasto con il fondo verde del prato, è un percorso che sale tra i colori di 14.000 margherite rosse.

Gli occhi si riposano, poi, al bordo del Lago delle ninfee.
L’elemento naturale cui è dedicata questa installazione è l’acqua. Il cerchio è forma perfetta e pura.

Il Lago delle ninfee accoglie il riflesso del paesaggio e del cielo che qui si specchiano, generando un senso di quiete e di placida bellezza. Qui galleggiano 150 ninfee in diverse varietà: la loro ricchezza discreta è luminosa e fresca.

Germinazioni, il quarto tra i quadri di Euroflora, nel grande prato del parco di Villa Serra, è dedicato alla Terra. Pareti di verde verticale per uno sviluppo di 300 mq accompagnano in una sequenza di quinte vegetali l’opera d’arte Capsica Red Light a firma di Giuseppe Carta.

Dalla Terra emergono, in tutta la loro prorompente vitalità, 20 peperoncini rossi in bronzo e resina policroma. La Terra sembra fargli spazio senza difficoltà, accondiscendente, quasi soddisfatta e partecipe di questa trascinante Germinazione. Le sculture, di impressionante naturalismo, con la superficie caldamente animata da sporgenze e rientranze, catturano la luce e la moltiplicano in tutto lo spazio circostante, inondandolo di molteplici suggestioni.

Un’installazione scultorea in cui ogni elemento, pur mantenendo la propria autonoma ricchezza espressiva, è coinvolto in un insieme fortemente empatico, nella loro vitalità mediterranea.

Ed infine l’aria si fa paesaggio attraversando l’ultimo quadro scenografico allestito nel prato del Parco di Villa Grimaldi: il Grande Labirinto. L’elemento naturale cui è dedicata questa installazione è l’aria.
Il labirinto non si coglie con un solo sguardo ed invita il pubblico a guardare il cielo e a sognare, mentre papaveri altissimi, animati dal vento, diventano i protagonisti di un grande quadro aereo.

Fonte d’ispirazione di molti artisti, i papaveri incarnano il fragile ardore e la consolazione.

Il Labirinto sviluppa un percorso di 200 metri che accompagna il visitatore alla scoperta del Bouquet de Coquelicots Suspendus (Bouquet di papaveri sospesi) creati da Alain Micquiaux, scultore del vento.

Per ogni quadro scenografico, infine, le parole poetiche di Margherita G. Sarfatti, Claude Monet, Dante, Giacomo Leopardi, Fabrizio de Andrè e Giovanni Pascoli coducono il visitatore verso un livello più aulico in cui i profumi della natura ed i colori dell’arte si raccolgono nella letteratura.

Architetto

Paesaggista

Agronomo

Euroflora 2018 ai Parchi di Nervi
LUOGO:

Genova – Parchi di Nervi

CRONOLOGIA:

2017 – 2018

DATI DIMENSIONALI:

Area di progetto 80.000 mq

COMMITTENTE:

Genova Floralies – Comune di Genova

INCARICO:

Concept design, masterplan, progettazione esecutiva delle installazioni, direzione artistica, coordinamento delle giurie dei concorsi, consulenze agronomiche

TEAM DI LAVORO:

Arch. e Paes. Egizia Gasparini, Arch. Valentina Dallaturca, Agr. Ettore Zauli, Paes. Caterina Tamagno

FOTO:

Merlofotografia, Paola Leoni, Gaia Cambiaggi, Egizia Gasparini