Tutti gli articoli di admin

Caserma Rossani

Ottobre 2015 – Consegnato al Comune di Bari il progetto esecutivo del primo stralcio del riuso e rifunzionalizzazione della ex Caserma Rossani a Bari che prevede il recupero di un manufatto per servizi di quartiere e la realizzazione di un’area verde attrezzata.
L’impresa che eseguirà i lavori è la DE MARCO S.r.l. di Bari qualificata nel settore del restauro conservativo.
L’intervento fa parte dell’Accordo di valorizzazione territoriale “Area ex caserma Rossani” firmato da Regione Puglia e Comune di Bari per la realizzazione del Polo bibliotecario regionale e  per la realizzazione di un grande parco urbano.
La Rossani occupa a Bari un posto simbolico di ineguagliabile valore: alle spalle della Stazione ferroviaria, a pochi metri dal polo universitario del centro murattiano, nel pieno cuore della città, questa immensa area necessita, come da anni propongono comitati e associazioni, di una grande opera di riqualificazione al servizio dello sviluppo culturale e sociale di Bari.
Sui possibili modelli di gestione e fruizione attiva e partecipata si sono espressi anche i cittadini nel ruolo di “fruitori attivi” dei servizi e degli spazi riconquistati alla città:
www.riaccordiurbani.it/
www.facebook.com/RiAccordiUrbaniComuneBari

Concorso Mirafiori

Settembre 2015

CONCORSO MIRAFIORI: ECCO I VINCITORI

Presentati dal presidente di giuria Cino Zucchi gli 8 progetti che si aggiudicano il contest internazionale per l’utilizzo temporaneo del fabbricato dismesso da FIAT

La giuria presieduta dall’architetto Cino Zucchi ha selezionato i 7 progetti migliori tra i 45 ammessi: Recchiengineering s.r.l. di Torino; Studioata di Torino; PAT Architetti Associati di Torino; Arch. Tiziano Cirigliano di Torino; Arch. Mario Cipriano di Torino; Ing. Tonino Fadda di Cagliari; Mario Cucinella Architects s.r.l. di Bologna; Dodi Moss s.r.l. di Genova.

Nei progetti presentati i professionisti italiani e stranieri delle riqualificazioni urbane hanno espresso in particolare 5 orientamenti per la nuova destinazione del fabbricato di 40 mila metri quadrati: green, entertainment, produzione, spazio multifunzionale, autocostruzione. I finalisti sono ammessi alla successiva procedura, che partirà in autunno, per lo studio di prefattibilità del progetto di riqualificazione.

Per la città di Torino il complesso Mirafiori rappresenta un luogo molto importante sia dal punto di vista fattuale che da quello ideale: un luogo che oggi necessita di una trasformazione capace di donare ad esso un nuovo ruolo per la città e al contempo di interpretarne la storia e il carattere” evidenzia il presidente di giuria, architetto Cino Zucchi. “Le proposte degli otto gruppi finalisti rappresentano nel loro complesso un ventaglio ampio di possibili e convincenti risposte al tema, che possono tutte costituire la base di uno o più approfondimenti di natura progettuale e programmatica, capaci di unire lo sviluppo di un quadro economico realistico a una reinterpretazione architettonica del luogo all’altezza della sua rilevanza per la città e per il quartiere”.

I raggruppamenti che hanno raccolto l’invito di TNE a ripensare l’area ci hanno dato un’ampia panoramica sui modi possibili per restituire il fabbricato alla cittadinanza, nell’ottica di spazio propulsore di sviluppo e laboratorio di innovazione – sottolineano Davide Canavesio, ad di TNE e Stefano Tizzani, presidente di TNE-. “Quella che era un’area ‘periferica’ è diventata elemento di interesse non solo per gli oltre 1200 download e i 200 sopralluoghi realizzati dai professionisti, ma anche per le centinaia di cittadini che stanno visitando in questi giorni quella che ormai tutti stanno chiamando ‘area MRF’. La curiosità e la partecipazione dimostrata in questi giorni dai cittadini confermano la giusta direzione del progetto: vince soprattutto il metodo di aprire percorsi di dialogo con attori diversi, a iniziare dai cittadini; perché il futuro di quest’area, grande e complessa, non è solo della società che la gestisce”.

La cerimonia di premiazione alla presenza di Cino Zucchi, dell’Assessore alla Cultura della Regione Piemonte Antonella Parigi e dell’ Assessore all’Urbanistica della Città di Torino Stefano Lo Russo vede protagonisti i progettisti, invitati da TNE nello stesso fabbricato di cui hanno studiato il riutilizzo, un edificio industriale di grandi dimensioni, di circa 37 mila metri quadri, con campate fino a 12 metri di altezza, sostenuto da strutture metalliche e dotato di una straordinaria luce naturale. La struttura sorge su una superficie complessiva di 142mila metri quadri, delimitata a sud da Corso Settembrini, a ovest da Corso Orbassano, mentre a nord e a est è confinante con il Comprensorio industriale Fiat Mirafiori.

www.torinonuovaeconomia.it
www.concorsomirafiori.it

mirafiori01

PUC Arenzano

PIANO URBANISTICO COMUNALE DI ARENZANO

L’incarico comprende le analisi paesaggistiche, ambientali, geologiche e socio economiche dello stato attuale; la gestione dei processi partecipativi; la redazione del documento degli obiettivi da perseguirsi da parte della Civica Amministrazione; la struttura del piano e le norme attuative; la Valutazione Ambientale Strategica e la Valutazione di Incidenza.

Cliente: Comune di Arenzano (GE)
Cronologia: 2008 firma contratto 2011 consegna PUC preliminare 2015 adozione PUC definitivo
Prestazioni: PUC – VAS – Studio di Incidenza
Soggetti incaricati: Dodi Moss srl
Importo incarico: 182.775 euro
% Dodi Moss srl: 100%

arenz-pic03arenz-pic01arenz-pic02

 

Sistema del Verde Alghero

LAVORI DI RECUPERO E RIQUALIFICAZIONE DEL VERDE URBANO DELLA CITTÀ DI ALGHERO

Il progetto ha riguardato l’intero sistema del verde della città di Alghero tra cui tre parchi urbani, una pineta attrezzata litoranea e il viale Giovanni XXIII.

Cliente: Comune di Alghero (SS)
Cronologia: Novembre 2006 incarico Agosto 2014 collaudo
Prestazioni: Progettazione preliminare, defintiva, esecutiva, direzione lavori, contabilità,
coordinamento per la sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione
Soggetti incaricati: Dodi Moss srl in RTP con Arch. G. Innocenti, Arch. G.P. Carta, Arch. G. Ceola, Dott. F. Decembrini, Arch. A. Ferrari, Dott.Agr. E. Zauli
Importo opere: 5.802.785,41 euro
% Dodi Moss srl: Progettazione 30,16%
Direzione lavori 100%

alg-pics algfull

Waterfront Regina Margherita

RIQUALIFICAZIONE DEL LUNGOMARE REGINA MARGHERITA E RISTRUTTURAZIONE DELLE BANCHINE PORTUALI DENOMINATE DOGANA, CENTRALE, MONTENEGRO, SCIABICHE E DE REVEL

Il progetto riguarda la riqualificazione di tutto il fronte mare storico di Brindisi trasformando un’area asfaltata adibita a viabilità carrabile nel salotto elegante della città, con pavimentazioni e arredo urbano in pietra locale e scenografici filari di palme.

Cliente: Comune di Brindisi
Cronologia: Novembre 2011 incarico Marzo 2014 collaudo
Prestazioni: Progettazione preliminare, definitiva, esecutiva, direzione lavori, coordinamento per la sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione
Soggetti incaricati: Dodi Moss srl in RTP con Acquatecno srl, Ing. M.Maldari, Ing. A.Maldari, AD Project.
Importo opere: 7.809.686,00 euro
% Dodi Moss srl: Progetto preliminare 22,10%
Progetto definitivo 33,33%
Progetto esecutivo 50%
D.L. (supporto artistico) 8%

Impresa: DE MARCO S.r.l. – Bari

reg-mar-full reg-mar-pics01 reg-mar-pics02

Masterplan Global Flora

MASTERPLAN GLOBAL FLORA

Nuovo insediamento ad alta densità, in un area di circa 1 km2. Progettato per gli Emirati Arabi Uniti al fine di ospitare otto diversi habitat (selezione di biodiversità del mondo). Una città che soddisfi i più alti standard ambientali e garantisca la più alta qualità di vita per i suoi abitanti.

Cliente: Proposta progettuale negli Emirati Arabi Uniti
Cronologia: 2014
Prestazioni: Masterplan
Soggetti incaricati: Dodi Moss srl
Importo stimato: 6.500.000,00 USD
% Dodi Moss srl: 100%

global-full global-pics01

Masterplan Dar Es Salaam

A NEW MASTERPLAN OF DAR ES SALAAM CITY

Dar Es Salaam è la città e il porto commerciale più importante della Tanzania con una popolazione di circa 2.700.000 abitanti. L’obiettivo del progetto è quello di fornire un piano per il futuro sviluppo di Dar Es Salaam come importante metropoli al servizio della più ampia regione dell’Africa orientale. Il Masterplan ha affrontato temi multidisciplinari tra cui quelli dell’ambiente e della mobilità.

Cliente: United Republic of Tanzania Ministery of lands, housing and human settlements development
Cronologia: febbraio 2011 firma del contratto
Prestazioni: Masterplan area Dar Es Salaam (1800 km2)
Soggetti incaricati: Dodi Moss srl in associazione con Buro Happold, Afri-Arch associats and Q Consult
Importo incarico: 1.870.643,00 dollari statunitensi

dar-es-full pics01

Waterfront Via Nizza

RIQUALIFICAZIONE URBANA DEGLI SPAZI TRA VIA NIZZA E IL MARE NEL TRATTO FORNACI – ZINOLA E REALIZZAZIONE DI PERCORSO CICLOPEDONALE LITORANEO

Il progetto riguarda la trasformazione di tutto il fronte mare di ponente della città di Savona, introducendo una passeggiata in legno che costeggia l’arenile e la completa riqualificazione della via Aurelia trasformata in una strada sinuosa in mezzo a nuove alberature, con pavimentazioni e arredi urbani.

Cliente: Comune di Savona
Cronologia: 2013 progetto preliminare a concorso 2014 1° premio 2015 incarico per il progetto definitivo
Prestazioni: Progettazione preliminare e definitiva
Soggetti incaricati: Dodi Moss srl
Importo opere: 8.349.287,39 euro
% Dodi Moss srl: Progetto preliminare e definitivo 100%

nizza-full nizza01 nizza02 nizza03 nizza04

Waterfront Piazzale Flacco

RIQUALIFICAZIONE DEL LUNGOMARE DA VIA MONTENEGRO A PIAZZALE ENNIO FLACCO A BRINDISI

Il progetto riguarda un tratto storico del fronte mare della città di Brindisi, trasformando un’area asfaltata adibita al carico e allo scarico di prodotti ittici in un ambito pedonale che ospita dehors di ristoranti e caffè.

Cliente: Comune di Brindisi
Cronologia: 2011 redazione progetto definitivo  2015 cantiere in corso
Prestazioni: Progettazione definitiva
Soggetti incaricati: Dodi Moss srl in RTP con Ing. M.Maldari
Importo opere: 1.769.358,37 euro
% Dodi Moss srl: Progetto definitivo 50%